L'osso sacro è verticalizzato, la costrizione di carico che sollecita gli articolari posteriori, si altera in una forza d'appoggio a minimale e una forza di taglio b massimale, questo realizza un scivolato in convergenza che trancia gli articolari posteriori. Immaginiamo allora che un carico pesante sia portato alto sull'addome con un indietreggiamento posteriore del tronco per equilibrarsi, la costrizione di carico passa dietro gli articolari posteriori, i muscoli profondi sono incapaci di controllare il taglio articolare e il pizzicamento discal posteriore. Se questo meccanismo sopraggiunge bruscamente, scatena una lombaggine di origine articolare chiamata facet syndrome per gli anglosassoni. Al contrario se il carico è portato basso, con un indietreggiamento del tronco controllato, il carico è riportato all'appiombo della colonna e la costrizione di taglio va compensata dalla contrazione dei muscoli estensori della colonna.

L'osso sacro è orizzontalizzato, la costrizione di carico qui si altera in una forza d'appoggio a più importante e una forza di taglio b meno importante, questo migliora la presa d'appoggio articolare posteriore. Si ritrova nella lordosi lombare fisiologica e quella accentuata. La costrizione d'appoggio articolare posteriore potrebbe spiegare il perchè della patologia artrosica posteriore primitiva che riguarda preferibilmente la gente con una lordosi lombare accentuata.